Stefania ha trovato mensionata questa ricetta in un libro che stava leggendo…….
fare subitissimo uno ricerca in internet gli è sembrato normale……..cucinarla pure!!!!
l’ha trovata sul sito FRAGOLOSI ,non l’ha seguita alla lettera, ha fatto delle modifiche,
solo il peso della carne e della ricotta sono state le stesse. ( strano lei non cambia mai !!!!)
Ha utilizzato 1 uovo per la carne e 3 per la ricotta, il brodo l’ha fatto con il dado bimby vegetale
e l’ha fatta cuocere 15 minuti.
Davvero molto buona!!!!

sciusceddu-11

U sciusceddu

per 4 persone:
300 g di polpa di manzo macinata,
300 g di ricotta fresca di pecora,
100 g di parmigiano grattugiato,
100 g di mollica,
½ litro di brodo di carne sgrassato,
un ciuffo di prezzemolo,
5 uova,
sale e pepe.

sciusceddu-2

Preparazione:
Mettere la carne in una ciotola, salarla, peparla e impastarla con due uova, un manciata di parmigiano, il pane grattugiato, prezzemolo tritato e pochissimo brodo.
Lavorare bene gli ingredienti poi fare con il composto delle piccole polpettine tonde (grandezza di un’oliva) e lessarle al massimo 3 minuti nel brodo bollente.
Fare un impasto con 80 g di parmigiano, la ricotta, 3 uova, sale, pepe e un trito di prezzemolo. Mettere le polpettine in una pirofila, dove sarà stato versato un poco di brodo, facendo un primo strato.
Disporre una parte del composto di ricotta sulle polpettine di carne, sistemarvi un secondo strato di polpettine, ancora impasto, e così via, fino ad aver esaurito gli ingredienti.
Mettere “u sciuscieddu” in forno caldo a 200°C per 5 minuti.
Servire tiepido.

NOTE:

” ‘U sciusceddu” è un’antica ricetta, preparata tradizionalmente a Messina in occasione della S.Pasqua.
Alcuni non preparano la zuppa a strati, ma versano le pallottoline sul fondo di una teglia rotonda, le coprono con il brodo bollente e ricoprono il tutto con la ricotta, precedentemente battuta con una frusta e amalgamata con uova, formaggio, prezzemolo, infornando immediatamente la teglia a 180-200°C, sino a quando si formerà una leggera crosticina.
Altri aggiungono alla crema di ricotta prima i tuorli e, poi, gli albumi montati a neve. Versano, poi, il brodo e le polpettine in una teglia dai bordi alti e rimettono sul fuoco, a fuoco basso, portando a bollore.
A questo punto, senza rimescolare, versano con delicatezza la ricotta, in modo da ricoprire tutta la superficie della teglia.
Lasciano sobbollire per qualche minuto ed infornano a 200°C per 5 minuti

sciusceddu-3

Ricetta e foto eseguite da Stefania Patrizi