In questa ricetta ho usato ho fatto degli spaghetti alla chitarra impastati con il vino. La farina è la farina Korasan dell’Azienda Agricola Antica tenuta Della Giovanna, una farina di grano duro che assomiglia più ad una di tipo 1 o 2 di grano tenero, molto fluida e setosa, adatta anche per altri usi.
Il vino utilizzato è un rosso, il Leandro dell’Azienda Etruscaia.

Ingredienti:

  • 400 g di farina korasan
  • 1 uovo
  • 140 g di vino

Ragù

  • 400 g di polpa di cinghiale
  • 150 g di pancetta
  • 1 Carota
  • 1 costa di sedano
  • 1 Cipolla piccola
  • Peperoncino qb
  • Timo
  • Rosmarino
  • Maggiorana
  • Alloro
  • 2 chiodi di garofano
  • 2 bacche di ginepro
  • Noce moscata qb
  • Brodo

Preparazione:

Fare la pasta con farina, uovo e vino, lasciare riposare per circa 30 min, spianarla e tagliarla con l’apposita chitarra.
Tritare la carne con i fori più grandi del tritacarne oppure farla a coltello, tritare insieme anche il timo, la maggiorana e il rosmarino. In una pentola far soffriggere il trito di odori ( carota, sedano e cipolla ) fino a farle appassire. Aggiungere il cinghiale e far rosolare bene quasi caramellizzare, a questo punto bagnare con brodo e continuare la cottura fino ad assorbimento del liquido.

Regolare di sale e grattare un pochino di noce moscata.

Far cuocere le tagliatelle al vino, scolarle e condirle con il ragù.