Le colline ennesi fanno parte dell’entroterra siciliano e la lenticchia nera è uno dei legumi caratteristici della zona e presidio Slow Food. Fino agli anni ’50 unitamente agli altri legumi come fave, cicerchie e ceci erano molto diffusi; in seguito con la meccanizzazione e la necessità di cambiare il sistema di coltivazione e utilizzare varietà con rese superiori, le lenticchie nere furono coltivate per il consumo familiare.

La lenticchia nera non necessita di essere irrigata e non prevede l’utilizzo di alcun fitofarmaco.

Oggi se ne coltivano meno di 5 ettari in tutta l’area delle colline ennesi, a partire dalla cittadina di Leonforte, che le ha valorizzate come prodotto identitario, assieme alle celebri pesche nel sacchetto e alle fave larghe. Il Presidio Slow Food è rappresentato da un’associazione di piccoli agricoltori che si impegnano a recuperare questa antica varietà di lenticchia e a riprendere la coltivazione con le tradizionali semine in file larghe.

L’area di produzione: zone collinari nei comuni di Leonforte, Enna, Calascibetta, Marianopoli, provincia di Enna.

Lenticchia nera delle Colline Ennesi con spezie

Ingredienti per 4 persone

  • 400 g lenticchie nere   (o altro tipo)
  • olio extravergine d’oliva
  • salvia q.b.
  • scorza limone bio      
  • mezzo cucchiaino di semi di cumino
  • mezzo cucchiaino di semi di coriandolo
  • 150 g di zucca           
  • 5/6 grani di pepe di Szechuan
  • sale

Preparazione

Mentre per circa 10 minuti mettiamo le lenticchie delle colline Ennesi in ammollo, prepariamo una capiente pentola con l’acqua dove aggiungeremo la salvia, i grani di pepe e una scorzetta di limone. Sciacquiamo le lenticchie e versiamole nell’acqua. Portiamo a bollore e cuociamo le lenticchie per circa 15 minuti o fino a raggiungere la cottura desiderata. Con un pestello tritiamo i semi di cumino e di coriandolo. Puliamo e tagliamo la zucca a cubetti e cuociamola in vasocottura per 4 minuti a 700 di potenza.

Una volta pronte, scoliamo, aggiungiamo la zucca, le spezie e alcune zeste di limone, aggiustiamo con il sale e condiamo con l’olio extra vergine di oliva.

Valori nutrizionali elaborati dalla Dottoressa Letizia Ciambella Biologa Nutrizionista
Info: [email protected]