L’anguilla in porchetta è un piatto di pesce molto goloso, ricetta tipica del Lago di Bolsena. 

Le anguille del lago di Bolsena sono menzionate da Dante nella Divina Commedia. Papa Martino IV, 81281/1285) era ghiotto di anguille alla vernaccia, per questo Dante lo collocò nel VI girone , quello dei golosi.

Sembra che Papa Martino lasciasse annegare le anguille nella vernaccia, per poi scolarle e friggerle.

L’anguilla ha una carne grassa e pregiata, ma ultimamente la sua presenza nei laghi e fiumi si sta riducendo, tanto che la specie è a rischio di estinzione.

L’anguilla ha una pelle liscia e ricoperta da muco, ed andrebbe acquistata viva, ma visto che l’uccisione e la pulizia delle viscere potrebbe creare qualche problema, ti consiglio di acquistarla dal pescivendolo accordandoti prima per la pulizia del pesce.

Come fare l’anguilla in porchetta  

Ricetta per 4 persone 

tempo di preparazione 30 min + 20 cottura

  • 1 grossa anguilla
  • 2 patate medie
  •  200 g di olive nere
  •  sale e pepe
  •  finocchietto selvatico
  •  olio  Evo
  • aglio

Preparazione

  1. Pulisci l’anguilla e togli la spina centrale lasciando intatta tutta la polpa 
  2. Pulisci e pela le patate. Tagliale a brunoise.
  3. Sbianchisci le patate, versandole in una pentola con acqua in ebollizione per 3 min e scola. 
  4.  Versa in una casseruola 3 cucchiai di olio evo e uno spicchio di aglio e fai rosolare. 
  5. Elimina l’aglio e aggiungi le patate, le olive e il finocchietto e fai cuocere fino a che non diventano dorate.
  6.  Prendi l’anguilla e appoggiala sopra un foglio di pellicola, inserisci all’interno il ripieno di patate e olive e aiutandoti con pellicola adatta per il forno, arrotola bene. 
  7. Metti intorno al rotolo anche un foglio di carta alluminio e fai cuocere in forno  per circa 30 minuti a 180 °.
  8.  Togli dal forno e lascia raffreddare 
  9.  Elimina gli involucri e taglia a cilindri di circa 2 cm.
  10.  Adagia su un piatto e termina con del fior di finocchio e un filo di olio Evo.

Sbianchire altro non è, che sbollentare per alcuni minuti una verdura o un tubero per preservarne il colore, l’aroma e  i nutrienti.

La Sommelier Cristina Baglioni consiglia i seguenti vini:

  • Verdicchio Classico dei Castelli di Jesi Riserva DOCG
  • Vermentino di Gallura DOCG

Valore nutrizionale a porzione

  • Energia (kcal) 501
  • Proteine(g)      24.5
  • Lipidi (g)        37
  • Carboidrati (g)  16.3
  • Fibra totale (g)   3
  • Sodio (mg)      154
  • Potassio (mg)  1105
  • Ferro (mg)      2
  • Calcio (mg)     55
  • Fosforo (mg)   394
  • Magnesio (mg)  28

Valori nutrizionali elaborati dalla Dott.sa Letizia Ciambella

info: l[email protected]

Instagram : dr_ssa_ciambella_nutrizionista

  • Contiene i seguenti allergeni: pesce.