Torta di fichi

Questa ricetta è molto versatile, la pasta è buonissima e oltre ai fichi, si può variare il ripieno con prugne o pesche. Credo sia una ricetta che diede Anna Moroni alla Prova del Cuoco. L’ho modificata un po', ma si sa le ricette non vengono mai eseguite alla...
Leggi di più

Rotolini di sogliola agli agrumi

Un modo diverso e sano per fare il pesce. Gli agrumi che si sposano bene con i filetti di sogliola, inoltre di facile esecuzione e veloci, un modo diverso per utilizzare il Bimby e non sporcare tanta attrezzatura. Rotolini di sogliola agli agrumi Ingredienti: 3...
Leggi di più

Quiche gorgonzola e pere

Adesso è il tempo delle pere, e questa è una Quiche ottima, buono il suo abbinamento con il gorgonzola. Ingredienti: Pasta al vino 100 g di vino bianco 80 g di olio 300 g di farina 00 1 cucchiaino di sale Ripieno: 2 pere sbucciate (1 a tocchetti 1 a fettine) 200 g di...
Leggi di più

Panna cotta alla lavanda

Anche io ho voluto provare la cucina con la lavanda, Alessandra dell’Azienda il Bosco Incantato, me ne ha dato un mazzetto per la festa della lavanda a Tuscania ed io, a Cupi, ho voluto provarla. Il sapore è forte ma devo dire che nel cibo e giustamente dosata è...
Leggi di più

Ciambelline con vino rosso e saba

Dilemma.. E cosa ci faccio con tutta la Saba che mi ha portato Teresina ? Ecco: Facciamo le ciambelline, un buon sapore e cioè sapore di saba ! Ciambelline con vino rosso e saba Ingredienti 200 g di farina korasan 300 g di farina 00 150 g di zucchero 100 g di vino...
Leggi di più

Spaghetti alla chitarra al ragù di cinghiale

In questa ricetta ho usato ho fatto degli spaghetti alla chitarra impastati con il vino. La farina è la farina Korasan dell’Azienda Agricola Antica tenuta Della Giovanna, una farina di grano duro che assomiglia più ad una di tipo 1 o 2 di grano tenero, molto fluida e setosa, adatta anche per altri usi.
Il vino utilizzato è un rosso, il Leandro dell’Azienda Etruscaia.

Ingredienti:

  • 400 g di farina korasan
  • 1 uovo
  • 140 g di vino

Ragù

  • 400 g di polpa di cinghiale
  • 150 g di pancetta
  • 1 Carota
  • 1 costa di sedano
  • 1 Cipolla piccola
  • Peperoncino qb
  • Timo
  • Rosmarino
  • Maggiorana
  • Alloro
  • 2 chiodi di garofano
  • 2 bacche di ginepro
  • Noce moscata qb
  • Brodo

Preparazione:

Fare la pasta con farina, uovo e vino, lasciare riposare per circa 30 min, spianarla e tagliarla con l’apposita chitarra.
Tritare la carne con i fori più grandi del tritacarne oppure farla a coltello, tritare insieme anche il timo, la maggiorana e il rosmarino. In una pentola far soffriggere il trito di odori ( carota, sedano e cipolla ) fino a farle appassire. Aggiungere il cinghiale e far rosolare bene quasi caramellizzare, a questo punto bagnare con brodo e continuare la cottura fino ad assorbimento del liquido.

Regolare di sale e grattare un pochino di noce moscata.

Far cuocere le tagliatelle al vino, scolarle e condirle con il ragù.

Fettuccine con Zucchine e Guanciale

Per questa ricetta ho usato delle fettuccine impastate con farina Senatore Cappelli dell’Azienda la Turchina, sono stata cotte con acqua e vino.
Il vino utilizzato è il rosso delle Terre Giorgini di Santa Maria, 75 % sangiovese e 25 % merlot.
La sua aromaticità è di frutta matura e frutti di bosco e sentore di vaniglia.
Si è usata una pasta secca perché il tempo di cottura è più lungo e assorbe maggiormente l’aromaticità del vino.

Ingredienti:

  • 500 g Fettuccine azienda La Turchina
  • 5 Zucchine medie
  • 200 g di guanciale
  • olio
  • aglio
  • peperoncino
  • 250 ml di vino Santa Maria


Preparazione:

Lavare le zucchine e grattugiarle con la lama a fori grandi. Mettere in una padella dell’olio, l’aglio in camicia e il peperoncino, far soffriggere un attimo senza bruciare.
Aggiungere le zucchine e cuocere, una volta cotte mettere da parte.
Tagliare il guanciale a dadini fini, e versare in una padella con un filo di olio, rosolare bene e aggiungere alle zucchine cotte precedentemente.
Poco prima del bollore dell’acqua versare il vino, poi quando l’acqua bolle versare la pasta e far cuocere. Scolare e passare in padella per mantecare.

 

Torta di prugne e cannella

Cercavo una torta che potesse andare bene con le prugne, visto che, ne avevo in grande quantità.
Ho iniziato a girare su internet, poi ho trovato questa, ho fatto dei cambi ed eccola qui pronta da mangiare!

Ingredienti

  • 2 uova grandi
  • 150 g di zucchero
  • 170 g di farina
  • 45 g di olio di semi
  • 65 g di latte
  • 8 prugne
  • 1 limone
  • 8 g di lievito per dolci
  • Cannella
  • 1 Pizzico di sale
  • 2 cucchiai di zucchero di canna
  • Qualche fiocchetto di burro

Preparazione

Nella planetaria montare bene le uova con lo zucchero, la buccia grattugiata del limone, aggiungere la farina setacciata con il lievito alternando piano piano il latte e l’olio.
Tagliare le prugne a spicchi condirle con 1 cucchiaio di zucchero di canna e un pochino di cannella.
Versare l’impasto nella teglia, ( da 24 cm ) mettere sopra all’ impasto gli spicchi di prugne disponendoli a raggiera. Cospargere con zucchero di canna e fiocchetti di burro e a piacere la cannella.

Cuocere in forno a 170° per 40 minuti

Coniglio in porchetta

coniglio-porchetta

Ingredienti:

  • 1 coniglio da k 1,200 disossato
  • 3 patate medie
  • 6 salsicce
  • 200 g di pancetta o guanciale
  • aglio
  • 2 rametti di prezzemolo
  • erbe aromatiche
  • sale e pepe

 

Preparazione

Cuocere le patate a tocchetti in padella e lasciarle bianche. Tritare il pane con l’aglio e il prezzemolo, sbriciolare la salsiccia e aggiungere le patate schiacciate, fare come per il polpettone, regolare di sale e di pepe.
Aprire il coniglio salare un pochino aggiungere un po’ di fiore di finocchio e mettere all’interno il trito, arrotolare il coniglio e fasciare con il guanciale o la pancetta, legare con dello spago o arrotolare con la carta forno.

Cuocere a 200° per circa 40 /50 min.

Si può preparare anche mettendo all’interno i fegatini del coniglio stesso, ma non a tutti piacciono.

 

 

Gulash

gulash

Ingredienti:

  • 750g di manzo ( muscolo )
  • 2  cipolle    ( 750 g )
  • 50g di olio   ( strutto o lardo )
  • 1 cucchiaino di paprica extra dolce   ( 1 cucchiaio )
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1/4 di cucchiaino di kümmel
  • 1/4 di cucchiaino di maggiorana
  • 1 cucchiaio di aceto
  • 2 cucchiai di concentrato di pomodoro
  • patate

 

Preparazione

Soffriggere la cipolla nell’olio finché è dorata, aggiungere paprica, aglio e il resto degli aromi. Aggiungere la carne tagliata a dadi e far rosolare bene. Salare, mettere il concentrato e sfumare con acqua calda fino a coprire la carne. Sobbollire fino a cottura ultimata. Pelare e tagliare le patate aggiungere alla carne e se occorre aggiungere altra acqua. Far cuocere le patate e a fine cottura aggiungere l’aceto.

 

 

Chi Sono

Vittoria è un folletto allegro e colorato che di professione fa la caposala ed ha capito come si può curare l’amicizia con la buona cucina!
...... continua quì

Contatti

Suggerimento

Per ricercare le tue ricette partendo dagli ingredienti, inserisci le materie prime nella casella di ricerca cliccando sulla lente (separate dalla virgola) in alto a destra. Otterrai tutte le ricette realizzabili!

Categorie

Poesia

Epitaffio al vagabondo

Sempre vagabondò,
sperperò tutto senza lascià gnente,
mentre c’è chi sgobbò, soffrì e lasciò.

Si domanda chi fu più intelligente.

Titta Marini