In cucina con Vittoria – L’asparago tra storia e tradizione: ecco due ricette per cucinarlo

L’asparago è originario dell’Asia ma era già conosciuto come pianta spontanea al tempo degli Egizi, dove la bella regina Nefertiti ne avrà a disposizione anche nella sua ultima dimora per il grande viaggio nell’aldilà. La "Storia delle piante" del greco Teofrasto è il...
Leggi di più

Pizza di Pasqua di Civitavecchia veloce

Non so perché ma a volte la voglia di cucinare mi prende anche troppo, mentre in altri periodi non ho voglia di fare nulla e allora . . . la settimana prima di Pasqua è stata poco proficua, tanti impegni, soprattutto i preparativi per andare a Cupi (una piccola...
Leggi di più

Pizza Margherita

In questi giorni pensavo a mio nonno e quando da bambina mi portava a Piansano, un piccolo paese della Tuscia. Pensavo alle sue tradizioni: di alcune ne conosco la storia, di altre no. Di una, in particolare, ho voluto sapere: “La pizza Margherita”. Mi ricordo quando...
Leggi di più

Canederlo dolce con speck croccante e crema inglese al pepe

Eccomi alle prese con i canederli! Ho voluto partecipare al contest di “che canederlo 6” ed ho pensato ad un canederlo dolce, fatto con i tre punti dati: • contenere pane • contenere formaggio e/o speck • un prodotto del mio territorio Sono partita dal mio territorio:...
Leggi di più

Gnocchi di ricotta al pesto su pomodoro infornato

Questa ricetta è facilissima, è veloce. Mi sono ispirata alla ricetta che ha messo Anna Maria della cucina incantata http://www.lacucinaincantata.com lei ha fatto gli gnocchi con lo stracchino, io non l’avevo, avevo soltanto la ricotta e di scendere al paese con tutta...
Leggi di più

Filetto di maiale con cipolline su crema di patate

Ingredienti:

  • 1 kg di cipolline
  • 100 g di pancetta
  • 500 g di filetto di maiale
  • 35 g di olio
  • 4 foglioline di salvia
  • 3 foglioline di alloro
  • 2 rametti di rosmarino
  • 5 g di zucchero
  • 10 g di sale grosso
  • 500 g di patate
  • 10 g di sale fino
  • 80 g di aceto di mele
  • 300 g di acqua

Preparazione:

Farcire il filetto di maiale con la pancetta (aprire il filetto a libro e inserire all’interno la pancetta); inserire nel boccale il sale grosso, l’alloro, la salvia e il rosmarino e tritare 10 sec/ vel 9. Togliere il trito dal boccale e trasferire su un foglio di carta da forno. Massaggiare con il trito il filetto di maiale farcito, chiudere con la carta forno e posizionare nel varoma insieme alle patate a tocchetti. Senza lavare il boccale inserire 35 g di olio e insaporire 3 3min/120°/vel 1. Mettere le cipolle metà nel boccale e metà nel cestello e insaporire 3 min/120°/antiorario/soft. Versare nel boccale 80 g di aceto, 300 g di acqua, 3 cucchiaini di zucchero e 2 di sale; posizionare il varoma e cuocere 50 minuti/varoma/antiorario/soft.
Per la crema: senza lavare il boccale, mettere 200 g delle patate cotte a vapore e 200 di cipolline e lavorare 20 s/vel 6.
Adagiare le fette di filetto sulla crema di patate e servire le cipolline come contorno.

 

Pane al nero di seppia

Ingredienti:

  • 500 g di farina
  • 250 g di acqua
  • 10 g di lievito
  • 10 g di zucchero
  • 10 g di sale
  • 2 bustine di nero di seppia

Preparazione:

Inserire nel boccale acqua, lievito, zucchero, olio e nero di seppia lavorare 1 min/37°/vel 2; aggiungere farina e sale e lavorare 3 min/spiga. Far lievitare la pasta poi sgonfiare e formare 2 filoncini. Far lievitare e poi infornare a 200° per circa 30 minuti.

 

Risotto all’arancia

Ingredienti:

  • 400 g di riso
  • un cucchiaio di dado bimby
  • 800 g di acqua
  • un’arancia (succo e buccia)
  • 80 g di burro
  • 100 g di spumante secco
  • 100 g di stracchino
  • 100 g di parmigiano grattugiato

Preparazione:

Inserire nel boccale la buccia d’arancia a striscioline sottili e burro: 3 min/90°/ antiorario/soft; unire il riso e tostare 3 min/90°/antiorario/soft; versare il succo dell’arancia e lo spumante 5 min/100°/antiorario/soft; aggiungere l’acqua, il dado e cuocere per 8 min/100°/antiorario/soft. Unire metà stracchino e cuocere 8 min/100°/antiorario/soft. Terminare la cottura con il restante stracchino ed, eventualmente, con il parmigiano.

Crostata CIOCCONOCCIOLATA

Ingredienti:

Frolla al cacao:

  • g 400 di farina,
  • g 200 di burro,
  • g 150 di zucchero,
  • g 60 di mandorle pelate,
  • g 40 di cacao,
  • 2 uova + 1 rosso,
  • buccia di un’arancia,
  • vaniglia

Farcitura:

  • g 200 di panna liquida,
  • g 300 di cioccolato fondente,
  • g 20 di burro,
  • g 100 di panna montata,
  • g 100 di granella di nocciole,
  • aroma Rum (opzionale)

Decorazione:

  • Cacao in polvere,
  • nocciole intere

Preparazione:

Frolla al cacao: mettere nel boccale zucchero, mandorle, buccia d’arancia: 10 sec. – vel. 10 -. Unire uova, burro, farina, cacao e vaniglia: 25/30 sec. – vel. 5 -. Stendere l’impasto tra due fogli di carta forno; foderare una tortiera da crostata e cuocere per 15 min a 180°. Lasciar raffreddare.

Farcitura: Nel boccale pulito inserire la farfalla e montare i 100 g di panna. Conservare in frigo. Senza lavare il boccale mettiamo i 200 g di panna e scaldiamo: 5 min – 100° – vel. 1 -; aggiungiamo il cioccolato a pezzetti, la granella di nocciole e mescoliamo: vel. 2 – antiorario – fino a completa fusione del cioccolato. Lasciamo raffreddare. Prendiamo il guscio di frolla e lo mettiamo su un vassoio. Amalgamiamo alla farcia al cioccolato la panna montata e, se piace, l’aroma di Rum. Riempiamo il guscio di frolla, decoriamo con abbondante cacao in polvere e nocciole.

Castagnole

Qualche giorno fa sono andata a trovare Patrizia (mia cognata) e mi ha offerto le castagnole, molto buone, soffici e ben cotte. Mi sono fatta dare la ricetta ed eccole qua !!!!!

Castagnole

Ingredienti:

  • 40 g di burro
  • 200 g di farina 00
  • 2 uova
  • 50 g di zucchero
  • ½ scorza di limone
  • 1 cucchiaio di liquore all’anice
  • 1 pizzico di sale
  • 8 g di lievito per dolci
  • 1 baccello di vaniglia
  • olio di arachidi
  • zucchero a velo

Preparazione:

Lavorare il burro con lo zucchero, aggiungere le uova e gli aromi. Tagliare a metà il baccello di vaniglia e raschiare i semi. Aggiungere il lievito e la farina, impastare fino a formare un impasto sodo. Formare delle piccole palline e friggerle in abbondante olio di arachidi. Quando sono cotte scolarle e spolverizzare con zucchero a velo.

Chi Sono

Vittoria è un folletto allegro e colorato che di professione fa la caposala ed ha capito come si può curare l’amicizia con la buona cucina!
...... continua quì

Contatti

Suggerimento

Per ricercare le tue ricette partendo dagli ingredienti, inserisci le materie prime nella casella di ricerca cliccando sulla lente (separate dalla virgola) in alto a destra. Otterrai tutte le ricette realizzabili!

Categorie

Poesia

Voglio pubblicare la poesia di una persona che oggi non c’è più, ma resterà sempre nei ricordi di tutti, parliamo di Spartaco Compagnucci, dall’aspetto burbero, ma di grande generosità.
Spartaco di poesie ne ha scritte molte, ho voluto scegliere questa perché racconta di un piatto tipico che si prepara a Tarquinia e non solo, ma noi siamo campanilisti e perciò come dice Spartaco la nostra è la migliore!

L’acquacotta

L’acquacotta che se fa a Corneto
Dall’altre parte non la sanno fa
è’na ricetta ch’emo ereditato
tutta la gente qui la viè a magnà.

Un piatto bono ch’entra nella storia
Dateme retta fatela così:
co l’oio ’na patata e la cicoria
’na mezzoretta fayela bollì.

Er foco ardente sotto la marmetta
E dopo che la stacca er su bollore
De pane ne mettete giù na fetta
Se è sciapa o se sta bene de sapore.

Non adopràcucchiaro né forchetta,
ne sta maniera sarà più squisita,
una pe’ vorta piela la fetta
in urtimo te dovrae leccà le dita.

Magnene assai, tanto nun t’abbotta.
Viva Corneto, re dell’acquacotta.

 

Poesia tratta dal libro Spartaco Compagnucci Checchibronzi.