Come fare la Red velvet dolce americano

La Red Velvet natalizia

Pubblicazione: 15/12/2023

La Red Velvet a modo mio a forma di tronchetto, è una delle torte più note e più ad effetto della cucina americana, grazie al suo caratteristico colore rosso intenso ed alla sua golosa crema bianca al formaggio.

Il rosso dell’impasto scaturisce dall’uso dal colorante in polvere che crea un contrasto cromatico di grande effetto.
Una vera goduria per occhi e palato!
Questa torta ha un’origine molto lontana, i pasticceri già nel 1800 avevano iniziato a preparare dei dessert simili a dei pani dolci, a cui aggiungevano il cacao al fine di “ammorbidire” la farina ed a rendere la consistenza più vellutata.
Utilizzavano farina di mandorle, cacao o amido di mais per rendere la torta più morbida e soffice e la combinazione tra il cacao e latticello serviva a dare alla torta la sua colorazione tipica rossa.

Divenne popolare negli anni ‘20 durante la grande depressione grazie alla Adams Extract, un’azienda che, per prima, iniziò a commercializzare i coloranti alimentari rossi ed altri estratti aromatici, recuperati dai volantini che venivano lasciati ai punti vendita e dalle schede di ricette che potevano essere strappate dalle riviste.
Anche durante la seconda guerra mondiale, la red velvet continuò ad essere una torta molto diffusa e questa sua notorietà fu dovuta al fatto che i fornai iniziarono ad utilizzare il succo di barbabietola in quanto molti ingredienti erano in quel periodo razionati, regalando alle loro torte quella sua particolare colorazione rossa.
Dopo una fase di declino, la torta red velvet tornò in voga negli anni ‘60 quando esplose la moda delle crazy cakes e divenne una delle torte nuziali più ricercate e soprattutto diventò la torta per eccellenza di San Valentino, Capodanno e di tutte quelle ricorrenze dove a prevalere era il colore rosso.
Da qualche anno la red velvet viene richiesta anche in Italia e la sua preparazione nella versione tronchetto è abbastanza agevole, tanto che consiglio di cucinarla il giorno prima, per guadagnarne in sapore e consistenza.

Dettagli della ricetta

Persone:

8 persone

Difficoltà:

Difficile

Tempo di preparazione:

30 minuti

Strumenti necessari:

Teglia quadrata da 30 x 30

Ingredienti della ricetta

  • farina:

    80 g

  • uova intere:

    4

  • zucchero :

    100 g

  • zucchero per lo spolvero:

    qb

  • cacao amaro :

    1 cucchiaino

  • burro :

    35 g

  • lievito per dolci:

    4 g

  • vaniglia:

    1/2 cucchiaino

  • colorante rosso in polvere:

    1 cucchiaino

  • mascarpone:

    175 g

  • zucchero a velo:

    60 g

  • panna da montare:

    140 g

  • lamponi freschi e marron glacè:

    per decorare

Procedimento

  • Fase 1

    Fondi il burro e lascialo intiepidire.

  • Fase 2

    Monta le uova con lo zucchero e la vaniglia con le fruste per 10 minuti: devi ottenere un composto spumoso chiaro e triplicato di volume.

  • Fase 3

    Aggiungi il burro fuso a filo. Continua a mescolare con le fruste ad alta velocità.

  • Fase 4

    Aggiungi 1 cucchiaino di colorante, sempre mescolando, il risultato dovrebbe essere un colore rosso carico. A seconda del colorante che utilizzerai la torta potrà assumere un colore rosso più o meno brillante.

  • Fase 5

    Setaccia cacao, farina e lievito e amalgama bene.
    Versa l’impasto nella teglia quadrata foderata da carta forno.
    Cuoci in forno caldo a 180° per circa 15 minuti. Il tempo è indicativo da forno a forno. Tieni conto che il rotolo red velvet non deve bruciarsi ma risultare cotto e leggermente gonfio. Se vuoi essere più sicura fai la prova stecchino.

  • Fase 6

    Sforna e cospargi subito la superficie con dello zucchero semolato.
    Prendi la pellicola e con essa arrotola ben stretto il pan di spagna cotto.
    Metti a raffreddare.

  • Fase 7

    Nel frattempo monta la panna e uniscila, amalgamandola, con il mascarpone e lo zucchero a velo.
    Srotola il tronchetto red velvet e farciscilo all’interno con la crema di mascarpone e panna. Non usare tutta la crema ma lasciane un po’ da parte per la decorazione. Spalma bene.
    Arrotola ben stretto e metti la pellicola intorno stringendo bene.
    Metti in frigo per almeno 1 ora.

  • Fase 8

    Al momento di servire togli la pellicola e mettilo su un piatto da portata
    Fai dei ciuffetti con la crema messa da parte e sopra ad ognuno metti un lampone fresco o un marron glacè spolverizzando infine con lo zucchero a velo.

La ricetta, che ti ho appena condiviso, l’ho preparata con il ripieno classico della red velvet, che prevede mascarpone e panna a cui ho aggiunto dei marron glacè. 

Oltre a questa versione classica, questa torta si può farcire anche con la sola panna oppure con della confettura di castagne o ancora con un mix di ricotta e panna.

Che vino abbinare alla Red Velvet?

Per quanto riguarda l’abbinamento del vino, la Sommelier Cristina Baglioni consiglia di accompagnare questa torta con la versione spumante del Brachetto d’Acqui DOCG che, per chi non lo conoscesse, è un vitigno aromatico dalle note muschiate tipico del Piemonte e coltivato soprattutto nel comune di Acqui Terme, situato a cavallo delle province di Alessandria ed Asti. 

Oltre alla versione spumante viene prodotto anche fermo e passito, ha una colorazione rosso rubino piuttosto chiara, a volte tendente al rosato mentre al palato si presenta morbido e delicato. 

Anche se le origini del Brachetto sono incerte e le prime testimonianze scritte sul vitigno e sui suoi vini risalgono solo al XIX secolo, è un fatto certo che questo vino fosse conosciuto già all’epoca dei Romani con il nome Vinum Acquense e su di lui aleggiasse una leggenda che gli attribuiva proprietà afrodisiache: la mitologia vuole infatti che Giulio Cesare, prima dei suoi periodici viaggi in Egitto, ne inviasse diverse botti alla sua amata Cleopatra!!! 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rimaniamo in contatto

Ti manderò le più belle ricette del mese e gli inviti ai miei eventi.

Acconsento al trattamento dei miei dati in accordo alla Privacy Policy*